SARONNO – “È lecito, secondo voi, domandare alla nostra amministrazione comunale la ragione per la quale patrocina un incontro dove il “moderatore” è uno che si pavoneggia tra saluti romani e dichiarazioni nostalgiche, che è stato indagato per avere festeggiato il compleanno di Hitler e che, lo riferisce la stampa, è stato oggetto anche di Daspo. È lecito? È normale? Beh!” Così il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Francesco Licata, in relazione all’evento di ieri sera a Villa Gianetti di via Roma a Saronno, contestato da una improvvisata manifestazione dell’Anpi, l’Associazione dei partigiani, e di altri gruppi cittadini.

Anche la lista civica T[email protected] ha stigmatizzato la scelta dell’Amministrazione civica di patrocinare l’evento; critiche sono giunte anche da gruppi e da associazioni locali.

(foto: Francesco Licata, capogruppo del Pd in consiglio comunale a Saronno; contesta la scelta del Comune di patrocinare l’evento che si è tenuto a Villa Gianetti)

12022020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome