SARONNO – “Fermiamo il mercato”: tutti i consiglieri comunali di apposizione hanno presentato una istanza per la sospensione del mercato cittadino di mercoledì mattina, per l’emergenza Coronavirus. Il documento è stato recapitato in Municipio ed inviato anche al prefetto di Varese, Enrico Ricci.

“Tutti i consiglieri di opposizione apprendono basiti la non decisione del sindaco Alessandro Fagioli di sospendere il mercato – dicono – nessun decreto ministeriale ha mai soppresso i mercati, ma la natura del mercato di Saronno, fatto di 300 banchi e gran numero di clientela, lo rende al di sopra di un normale mercato rionale configurandolo in questo modo come un assembramento. Consci dell’esigenza di questo momento, cioè salvaguardare la salute pubblica e l’incolumità dei cittadini, presentiamo istanza per la sospensione del mercato fino a decorrere la data del 3 aprile”.

Ecco il testo della istanza inviata a sindaco e prefetto

Visti i decreti del presidente del consiglio dei ministri datati 1 marzo, 4 marzo, 8 marzo, 9 marzo tutti riguardanti restrizioni da ultimo atto fino alla data del 3 aprile per preservare la salute pubblica e fare fronte all’epidemia da Covid-19 attualmente in corso;

Vista la natura del mercato di Saronno così come traspare da ordinanza 51 “Ordinanza contingibile ed urgente in materia di sanità e igiene pubblica” a scopo preventivo per la sospensione del mercato settimanale di mercoledì 26 febbraio – Provvedimento al fine di ridurre il rischio di contagio da Coronavirus (Covid-19)” del 25 febbraio a firma del sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli, in cui si legge:

“[…]
Rilevato che è necessario intervenire al fine di ridurre le iniziative sul territorio che comportino notevole afflusso e presenza di persone in tale periodo di emergenza, a tutela della salute pubblica per prevenire possibili contagi;

Considerato che il mercato cittadino del mercoledì vede la presenza di oltre 290 banchi commerciali e un afflusso stimato di circa diecimila persone provenienti anche da comuni limitrofi; di conseguenza viene considerato un evento di assembramento e di alto potenziale rischio di contagio;

Considerata la conformazione territoriale dove si sviluppa il mercato, non è ad oggi possibile contingentare i flussi di cittadini ivi residenti e cittadini fruitori dei servizi di vendita, a differenza degli esercizi con sede fissa che hanno obbligo e possibilità di governare gli accessi;
[…]”

Vista la mancata sospensione del mercato settimanale in occasione di mercoledì 4 marzo;

Rilevata l’assenza di comunicazioni alla cittadinanza da parte del sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli, circa la presenza sul territorio comunale di cittadini risultati positivi al Covid-19;

Osservato come i casi di cittadini risultati positivi al Covid-19 risultano essere tutti al di fuori della città di Saronno così come responsabilmente dichiarato in completa trasparenza dai sindaci dei comuni oggetto;

I consiglieri comunali sono a richiedere

la sospensione del mercato cittadino del mercoledì fino a dopo la data del 3 aprile 2020 per motivi di salvaguardia della salute pubblica e per favorire la tranquillità della cittadinanza in questa particolare contingenza.

Paolo Riva, Unione Italiana
Davide Vanzulli, Movimento Cinque Stelle
Alfonso Indelicato, indipendente
Francesco Licata, per il gruppo Partito Democratico
Franco Casali, [email protected]
Francesco Banfi, indipendente

10032020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome