ORIGGIO – Non avevano rispettato il “distanziamento”, 5 corrieri che effettuano le consegne per Amazon sono finiti nei guai, sorpresi “troppo vicini” fra loro, nei pressi del magazzino della multinazionale, in via Cavour alla periferia di Origgio. E’ successo qualche giorno fa, a metà pomeriggio quando una pattuglia della polizia locale del comando unificato di Uboldo-Origgio ha notato appunto i trasportatori che si stavano bevendo qualche birra in compagnia, dopo il lavoro. Ma erano troppo vicini fra loro, dietro ai loro mezzi che erano parcheggiati a bordo strada: avevano il diritto di essere fuori casa, per motivi di lavoro, e l’auto-certificazione puntualmente esibita era del tutto veritiera, ma sono finiti nei guai per non avere rispettato le norme contro gli assembramenti, nell’ambito del decreto per fermare la diffusione del coronavirus.

Per loro si profila adesso una salata sanzione pecuniaria, 400 euro, che scende a 290 nel caso il pagamento sia effettuato subito.

(foto archivio: una pattuglia della polizia locale del comando unificato di Uboldo-Origgio)

18042020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome