CERIANO LAGHETTO / SARONNO – Un sospetto caso di contagio da coronavirus, gli operai della Gianetti Ruote, azienda di Ceriano Laghetto, hanno incrociato le braccia: l’altro giorno sono stati una settantina i dipendenti che non hanno lavorato, e si è fatto il bis anche ieri.

In una nota sindacale di Fim, Fiom, Uilm e la rappresentanza sindacale interna hanno “preso atto della situazione venutasi a verificare”, secondo loro “a causa insufficienti misure di prevenzione prese dall’azienda riguardo al coronavirus”. Lo sciopero è dunque conseguenza “della legittima preoccupazione dei lavoratori”. Secondo le intenzioni, le attività non riprenderanno almeno sino alla prossima settimana, lo sciopero andrà avanti infatti sino a domenica 22 marzo oppure a fronte di “nuovi sviluppi della situazione anche da parte degli organi competenti”. In sostanza, è stato dichiarato uno sciopero di otto ore pere ogni turno. “Prima la salute e la sicurezza poi i profitti” dicono dai sindacati.

La Gianetti Ruote di via Stabilimenti 31 era stata fondata nel secolo dal saronnese Gaetano Gianetti, tra l’altro primo presidente del Fbc Saronno; per poi diventare di proprietà straniera.

(foto archivio: una immagine della giornata della sicurezza alla Gianetti Ruote di Ceriano Laghetto nel 2014)

19032020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome