GERENZANO – Nel pomeriggio del 18 novembre scorso, i carabinieri della compagnia di Saronno, insieme ai colleghi dello squadrone eliportato Carabinieri Cacciatori, hanno arrestato un  50enne italiano ed un 22enne marocchino per spaccio di sostanze stupefacenti e porto d’armi.

Le manette sono scattate nel corso di uno dei consueti servizi congiunti tra carabinieri della compagnia di Saronno, in particolare i militari della stazione di Cislago e i colleghi Cacciatori nell’area boschiva di Gerenzano. Tutto è iniziato quando i militari hanno notato a distanza un gruppo di persone riunite in un bivacco e una in particolare come una di queste che facesse avanti e indietro dall’area boschiva alla strada.

I militari hanno accerchiato il gruppo mentre gli stranieri cercavano di dileguarsi. Uno è stato bloccato quasi immediatamente, mentre il secondo dopo un inseguimento a piedi nei boschi. Anche a causa della poca luce e visibilità nella boscaglia, il fuggitivo è caduto nel bosco permettendo ai carabinieri di raggiungerlo agevolmente e di bloccarlo. La rapidità dell’intervento non ha consentito al 22enne marocchino irregolare sul territorio nazionale di utilizzare la pistola che aveva estratto, con matricola abrasa e caricatore completo di cartucce calibro 9. Oltre la pistola, è stato recuperato circa un chilo e mezzo di sostanze stupefacenti del tipo cocaina eroina hashish e marijuana, un coltello a serramanico, un cutter e materiale utile al confezionamento della sostanza stupefacente e bilancini di precisione e circa mille euro di denaro contante.

I due dopo le formalità di rito sono stati condotti al carcere di Busto Arsizio.

(foto archivio)

27112023

L’articolo Estrae la pistola mentre scappa dai carabinieri ma viene bloccato prima di riuscire ad usarla proviene da Il Saronno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome